MIA Meeting Internazionale Antirazzista | XXIII EDIZIONE
15065
page,page-id-15065,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-6.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.4,vc_responsive

XXIII EDIZIONE

MIA – Meeting Internazionale Antirazzista
XXIII Edizione

dal 28 giugno al 2 luglio 2017

Cecina Mare (LI)

 

SCARICA IL PROGRAMMA

ARCI Toscana si prepara alla XXIII edizione del MIA – Meeting Internazionale Antirazzista di Cecina, che quest’anno si terrà da mercoledì 28 giugno a domenica 2 luglio nel parco della Cecinella a Cecina Mare, promosso da ARCI, con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, del Comune di Cecina e del Cesvot.

Il MIA –  Meeting Internazionale Antirazzista del 2017 conferma la sua lunga storia di appuntamento d’eccellenza in cui approfondire i temi legati alle migrazioni, all’antirazzismo e alle politiche dell’accoglienza. Nei cinque giorni della manifestazione si alterneranno con una formula rinnovata le migliori esperienze e le voci più autorevoli per riflessione che scandaglierà il tema dell’antirazzismo in ogni sua faccia.  La manifestazione si strutturerà in 5 giornate tematiche incentrate, di volta in volta, sugli aspetti più stringenti legati ai temi dell’integrazione, con alcuni focus specifici sulla Siria e sui Paesi in cui ARCI opera con i suoi progetti di solidarietà internazionale, e poi con tante iniziative di formazione.

Da mercoledì 28 giugno fino a domenica 2 luglio si terrà la XXIII edizione Meeting Internazionale Antirazzista promosso da ARCI con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, del Comune di Cecina e del Cesvot, che animerà il parco della Cecinella a Cecina Mare (LI).

Saranno, quelli del MIA 2017, cinque giorni in cui approfondire i temi legati all’antirazzismo e all’integrazione, con un occhio particolare al tema della cittadinanza, protagonista di dibattiti e confronti e anche al centro delle assemblee del “Coordinamento nazionale nuove generazioni Italiane” e del “Movimento nazionale degli italiani senza cittadinanza”, che al Meeting si terranno.

Si parlerà, inoltre, del concetto di “Identità” e ci saranno anche momenti d’incontro e riflessione sulla vita associativa di ARCI e occasioni di approfondimento, come i seminari dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti sui fenomeni migratori. Seminari che, quest’anno, sono accreditati presso l’Ordine dei Giornalisti della Toscana e che rientrano, quindi, nella formazione professionale continua per i giornalisti.

Ci saranno seminari organizzati con ANCI Toscana e con il Servizio Centrale del Ministero dell’Interno, sia per la formazione degli operatori Sprar, sia per presentare progetti contro le discriminazioni portati avanti sui territori, come #Ionondiscrimino.

Tutto questo con un fitto calendario e tanti ospiti: antropologi, giornalisti, rappresentanti delle Istituzioni e dell’associazionismo, artisti e musicisti provenienti da diversi Paesi. Ad esempio ci sarà la ‘Carovana Culturale Siriana’: un gruppo di poliedrici artisti che portano l’arte contemporanea siriana in giro per il mondo e che si fermeranno al Meeting, nel corso del loro viaggio attraverso l’Europa.

Ogni giorno, due laboratori aperti a tutti e a ingresso libero: il laboratorio di cucina e quello di cucito organizzati da “CACTUS LAB Oltre confine nascono le idee” e curati da ARCISolidarietà Bassa Val di Cecina, tenuti dagli ospiti del progetto di accoglienza straordinaria per richiedenti asilo sul territorio, per conoscersi attraverso i sapori e le tradizioni; e il laboratorio per i più piccoli “Popoli in Transito” tenuto dal Comitato ARCI Empolese Valdelsa.

Il 30 giugno e il 1 luglio dalle 10 alle 13, anche il laboratorio sul linguaggio dell’arte con gli artisti della Carovana Culturale Siriana, Walid El Masri, Ali Kaaf e Mohamad Al Roumi.

Inoltre, Per tutta la durata del Meeting si potrà visitare la mostra fotograficaObiettivo volontario. Viaggio nel mondo delle associazioni” del fotografo Enrico Genovesi e realizzata da Cesvot. La mostra nasce in collaborazione con Fiaf – Federazione Italiana Associazioni Fotografiche e con il progetto “Tanti per tutti” che la Federazione ha promosso tra il 2015 e il 2016 con lo scopo di realizzare una documentazione fotografica che indagasse il mondo del volontariato in Italia e raccontasse i volontari impegnati sui tanti fronti del bisogno: dall’assistenza alle persone in condizioni di disagio, alla protezione civile; dalla tutela dell’ambiente a quella dei monumenti; dall’educazione alla solidarietà internazionale.

 

 

 

SCARICA IL PROGRAMMA
post
mia2017